Riconversioni 27 aprile Taranto | Eventi del pre-Uno maggio 2016

Tempo di lettura stimato: 6 minuto/i


Riconversioni 27 aprile Taranto

Riconversioni 27 aprile Taranto. Proseguono gli appuntamenti del fitto cartellone di eventi socio-culturali cominciati il 22 aprile che precedono la 4a edizione del Concertone del Primo maggio tarantino. (Scopri i nomi degli artisti che parteciperanno all’evento #UnoMaggioTaranto).

Il programma di Riconversioni 27 aprile Taranto

Riconversioni 27 aprile Taranto

Dal 27 al 30 aprile 2016

“Teatroxcasa” mette in contatto case ospitali di tutta Italia con spettacoli teatrali agili e di alta qualità. Due spettacoli che collaborano con “Teatroxcasa” si terranno a Taranto, uno da Roma e l’altro da Catania: PRIMI PASSI SULLA LUNA di e con Andrea Cosentino (Roma) e DON CHISCIOTTE (Catania) di e con Gaspare Balsamo. Gli spettacoli saranno ospitati da 8 case per un totale di 9 repliche tra martedì 26 a sabato 30 aprile 2016, ogni giorno due case saranno aperte al pubblico che vorrà entrare nei loro salotti per vedere teatro.

Consulta il calendario degli eventi sul sito di TeatroXCasa oppure sulla pagina Facebook di TeatroXCasa dove si potrà anche prenotare il posto per assistere agli spettacoli che si terranno presso case di Taranto, Grottaglie e Crispiano.



Dalle ore 10 alle 19.30

Ogni giorno fino al 1° maggio 2016 l’evento “ANOTHER ME” al Museo archeologico MarTA di Taranto una mostra collettiva di sette artisti del territorio pugliese, in particolar modo tarantini: Maria Grazia Carriero, Giuseppe Ciracì, Pierluca Cetera, Giulio De Mitri, Raffaele Fiorella, Ezia Mitolo, Claudia Venuto. Indagine sul Genius Loci della terra ionica.

Alle ore 17,30

“(tra) SBUFFI, TRAPPOLE E FONTANE”, focus di approfondimento sulla ricerca artistica dell’artista tarantina Ezia Mitolo, incentrata sulla città, inquietudini e quotidianità, tra produzione video e intervista alla protagonista. Modera il focus Cristina Principale, storica del’arte. Sarà presente un rappresentante del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti che, insieme agli artisti intervenuti all’appuntamento, discuteranno con il pubblico presente.

Alle ore 18.00

Rappresentazione della fiaba “Il topo di campagna e il topo di città” per la rassegna “Favole Infinite” presso la libreria “Il Posto delle Fragole”, in via Corsica 14/b a Taranto.

Dalle 10,30 alle 22,30

“OLTRE IL MURAGLIONE DELL’INDIFFERENZA”, una rinascita solidale e partecipata di Taranto con musicisti, cantanti, pittori e giocolieri oltre all’oggettistica e alla proiezione di immagini e video e una mostra di pittura.

Dalle ore 19.00

Laboratorio Urbano di Grottaglie, in Via Mastropaolo, 123, per il ciclo “Il profumo di un libro” promosso dall’Associazione Hermes Academy Onlus, ospita la presentazione de “Il Mostro di Rabbia & d’Amore”, silloge di poesie e aforismi di Vincent Cernia, all’anagrafe Vincenzo De Marco, edita da “Letture Animate” e presentata con successo anche all’estero. (Riconversioni 27 aprile Taranto) Dialogherà con l’autore l’attore e scrittore Luigi Pignatelli che leggerà le pagine più significative del libro e intervisterà gli ospiti dell’incontro: Vincenzo Fornaro, Cataldo Miccoli (giornalista de “Il Nuovo Quotidiano di Puglia”) e alcuni portavoce del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti. Per l’occasione, l’artista ed educatrice Irene Morelli esporrà un’opera pittorica ispirata alle tematiche sviluppate nella raccolta. Nel corso dell’incontro verrà anche proiettato un video fotografico creato da Gianfranco Curto, che evidenzia la netta separazione della città di Taranto tra le sue bellezze e le brutture dello stabilimento siderurgico. Inoltre, sarà possibile contribuire alla raccolta fondi per il Concertone del 1° maggio, acquistando t-shirt, bottiglie di vino, cd e libri.

Vincent Cernia, di Grottaglie (Ta), al secolo Vincenzo De Marco, noto come il Poeta Operaio, è autore di una poesia che egli stesso definisce non solo operaia, ma amore, poesia visionaria, rock, amicizia, pensieri contorti.
Luigi Pignatelli descrive l’opera edita “Il Mostro di rabbia e d’amore” con queste parole: «Cantami, o Musa, l’ira funesta dell’eroe d’acciaio. Parafrasando Omero, così scrissi nell’incipit del mio primo libro, Pagine di diario, nel 2005. Dieci anni dopo, Vincent Cernia rievoca gli antichi fasti di Taras, nel prologo del suo diario di bordo, con una dichiarazione d’amore alla città e all’intera provincia, a cui il poeta sente di dovere fedeltà, devozione e protezione. L’arte è un parto, apertura che dona e si dona, lacerazione di mente e carne. Il poeta operaio, 38 anni di cui 15 in Ilva, nell’ade dell’altoforno 4, schiude il vaso di Pandora. Malgrado l’inquinamento ambientale e intellettuale, la speranza, nutrita dal calore degli affetti, resta, dentro e fuori la fabbrica, nella curva quotidiana del divenire, e si veste di poesia. Le pagine, segnate dal sudore dei colleghi fratelli che sopravvivono e di quelli che non ci sono più, sanno di sangue, terra, fumo e cemento. La lotta di Vincenzo ha avuto inizio il giorno in cui l’amico Silvano ha cessato di esistere, di resistere. Il momento del distacco (e come questo tanti altri) si cristallizza, il ricordo si fa monito, nell’altare della memoria su cui il vuoto di una mano profana non può e non deve spegnere il pieno del nostro esistere, resistere, coesistere.» Nata dopo l’ennesima morte in fabbrica di un collega e la morte per tumore della moglie giovanissima di un caro collega e amico, nasce e cresce affinché il caso Taranto, i suoi morti, i suoi malati, gli operai che sono al fianco della città vengano ascoltati, conosciuti, capiti. Il Mostro è un grido di rabbia, ma è anche speranza, è follia ma anche lucida ostinata voglia di cambiamento e giustizia: la poesia può e deve essere strumento di lotta “pulita”.

Alle ore 18

L’esposizione delle maglie “storiche” del Taranto calcio organizzata da Niko Molendini, in via Cavallotti, 101 presso la sede dei Liberi e Pensanti, per un viaggio nel tempo tra le emozioni e i “colori più belli del mondo”.

Dalle 18.30/20 e dalle 20.30 alle 22

“Imbarchiamo musica”, due crociere giornaliere (max 30 adesioni) a bordo del catamarano della Jonian Dolphin (che è organizzatrice della crociera) attraversando due mari e due ponti e ascoltando i live acustici degli artisti locali che contribuiranno all’evento.



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU