Sara Cunial querela Fico | “Farò annullare l’elezione del Presidente”

CONDIVIDI

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i

Articolo aggiornato giovedì, 27 Gennaio 2022 11:23

SARA CUNIAL QUERELA FICO

L’onorevole Sara Cunial querela Fico, il presidente della Camera dei Deputati responsabile dell’esclusione del deputato Cunial alle votazioni del Presidente della Repubblica.

SENZA GREEN PASS NEMMENO SI VOTA

Prosegue la battaglia dell’onorevole Sara Cunial del Gruppo Misto alla quale è stato impedito di votare per il Presidente della Repubblica perché non in possesso del Green Pass. La deputata non ha potuto neanche votare al “drive in” predisposto per gli elettori positivi al Covid.

Tramite l’avvocato Edoardo Polacco, ho sporto denuncia, contro il presidente Roberto Fico (e contro ignoti) che ha firmato il foglio di assunzione di responsabilità della mia esclusione” – ha dichiarato la Cunial.

UN ATTO ILLEGITTIMO

È stato proibito a un parlamentare democraticamente eletto dal popolo italiano, di esprimere legittimamente il proprio mandato e di adempiere al suo più alto incarico in relazione all’elezione del Presidente della Repubblica“. Sono le dichiarazioni della Cunial che ha proseguito:

L’esclusione della sottoscritta, non consentendomi neanche l’ingresso insieme ai parlamentari malati o positivi, con green pass revocato e quindi con il mio stesso status giuridico, è un atto illegittimo, lesivo non solo dei miei diritti ma della nostra stessa Carta Costituzionale e della normativa nazionale e internazionale di riferimento. Il regolamento UE n. 953/21 vieta, infatti, la discriminazione di chi sceglie di non essere vaccinato“.

UN DIRITTO DI VOTO “SOGGETTIVO”

Sara Cunial ha sottolineato come il diritto di voto sia stato garantito a coloro a cui era stato revocato il green pass perché positivi e/o malati di Covid, creando un’apposita postazione ubicata presso l’area esterna della Camera sita in Via della Missione’.

“In questo modo è stato consentito inoltre, agli stessi malati, in spregio alla legge attuale, lo spostamento in auto, da un punto all’altro dell’Italia. Io chiedevo di votare con costoro, dalla mia auto nel parcheggio esterno riservato appunto al voto dei positivi/malati di covid, privi come me di green pass. Mi è stato impedito“ – ha concluso la Cunial.

UNO DEI PRIMI PASSI PER CHIEDERE L’ANNULLAMENTO DELLA VOTAZIONE

Questa querela sarà uno dei primi passi per chiedere l’annullamento della votazione del nuovo Presidente della Repubblica. Gli italiani stanno subendo delle angherie mostruose. Questa ennesima privazione di diritto su cui si basa la nostra Repubblica è una cosa ignobile, difficile da gestirla anche emotivamente. Da cittadina indignata e da parlamentare mi sono anche commossa“. Lo ha detto la deputata ai microfoni di una emittente online.

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*