Testo Aspetto che torni – Francesco Renga | (Video) Il brano di Sanremo 2019

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Testo Aspetto che torni – Francesco Renga

Ennesima partecipazione al Festival per l’artista udinese (quasi) 51enne (12 giugno 1968). In questo articolo il testo Aspetto che torni di Francesco Renga.

Quanta strada da quel 1991

Francesco Renga esordì nel mondo della musica con la band, Timoria, con la quale nel ’91 vinse sul palco dell’Ariston il Premio della Critica con il brano “L’uomo che ride” nella categoria Giovani.

Nel 2002 tornò al Sanremo da solista con il brano “Tracce di te” e nel 2005 vinse con il brano “Angelo”. Poi altre partecipazioni nel 2012 e nel 2014 con un 4° posto che Renga tenterà di migliorare.

L’ultimo album nel 2016

Risale al 2016 l’ultimo lavoro discografico da solista di Francesco Renga, si tratta dell’album “Scriverò il tuo nome”. In realtà nel 2018 è uscito un altro album realizzato insieme a Nek e Max Pezzali “Max, Nek, Renga, il disco”.

Testo Aspetto che torni

Io che guardo sempre il cielo
E sogno ancora di volare
Ogni volta più lontano e poi 
Non so più come tornare
Con un poco di fortuna
E due stelle da seguire
Ho trovato le tue braccia ad aspettare. 
Cerco ancora nei miei occhi
Il sorriso di mia madre
Mi manca da trent’anni e
Vorrei dirle tante cose
Che mio padre adesso è stanco.
E forse sta per arrivare 
Che la ama più di prima
Ed è l’unica cosa che sa ricordare
C’è un universo che mi riempie le mani
Il mondo si perde
Tu invece rimani
C’è un mare dentro negli esseri umani
Aspetto che torni stasera
Per stare con te

Oggi voglio camminare 
Come un treno sui binari
Diventare un’emozione che attraversa i tuoi pensieri
E seguirti tra le cose che ogni giorno devi fare
Come vento per poterti accarezzare
E guardarti mentre dormi
Che mi sembra che sorridi 
Ed entrare nei tuoi sogni
Di nascosto come i ladri
Per rubarti la bellezza 
Che nemmeno sai di avere
C’è un universo che mi riempie le mani
Il mondo si perde
Tu invece rimani
C’è un mare dentro negli esseri umani
Aspetto che torni stasera
Sei l’ossigeno che cerco quando resto senza fiato
Il coraggio che mi serve quando sono disperato
La sorpresa che ogni volta 
Mi fa sentire vivo
Tu sei (4 volte)
Un universo che mi riempie le mani
Il mondo si è perso
Tu invece rimani
Un mare dentro nei nostri destini
Io aspetto che torni stasera
Aspetto che torni



VIDEO dell’esibizione della prima serata
Aspetto che torni
Consigli per i tuoi acquisti musicali
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

La Gazzetta Digitale

Torna SU