Antinfiammatorio RoActemra ai pazienti Covid | L’EMA ne valuta l’uso per pazienti adulti ricoverati in ospedale

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Articolo aggiornato martedì, 17 Agosto 2021 15:18

ANTINFIAMMATORIO ROACTEMRA AI PAZIENTI COVID

L’EMA (European Medicines Agency) ha avviato la valutazione dell’antinfiammatorio RoActemra ai pazienti Covid, vediamo in quali casi.

LO STUDIO

Come dicevamo in apertura, l’EMA ha avviato la valutazione del RoActemra (tocilizumab) ai pazienti Covid. Il fine dell’eventuale utilizzo del farmaco prodotto da Roche è quello di estenderlo al trattamento di pazienti adulti ricoverati in ospedale con COVID-19 grave che stanno già ricevendo un trattamento a base di corticosteroidi e che necessitano di ossigeno supplementare o ventilazione meccanica.

ROACTEMRA (TOCILIZUMAB): DI COSA STIAMO PARLANDO

RoActemra – precisa l’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) che ne ha dato notizia – è considerato un potenziale trattamento per COVID-19 alla luce della sua capacità di bloccare l’azione dell’interleuchina-6, una sostanza prodotta dal sistema immunitario dell’organismo in risposta all’infiammazione, che svolge un ruolo importante nella malattia da coronavirus 19“.

LEGGI IL BUGIARDINO DEL FARMACO



DOCUMENTI CORRELATI UFFICIALI DA SCARICARE PER SAPERNE DI PIÙ

EMA valuta l’uso di RoActemra in pazienti adulti ricoverati in ospedale con COVID-19 grave [pdf. 0.12 Mb]

FONTE: Aifa.

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 51
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*