Classifica spiagge più care d’Italia | Al TWIGA di Marina di Pietrasanta il primato

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Classifica spiagge più care in Italia

Marina di Pietrasanta toglie il primato a Venezia nella classifica spiagge più care in Italia realizzata e diffusa oggi dal Codacons. L’associazione consumatori spiega che si tratta di stabilimenti balneari esclusivi, che offrono servizi di lusso ai propri clienti e una serie di benefit accessori. Si va dalle cassapanche, ai teli da mare personalizzati, alla cassaforte per conservare in spiaggia gioielli e oggetti preziosi, e in alcuni casi acqua e frutta inclusi nei costi del noleggio.

Tutto merito del Twiga

Codacons ha reso nota oggi la sua classifica delle spiagge più costose ed esclusive d’Italia, quegli stabilimenti dove sostare una sola giornata a godersi il mare e prendere il sole può arrivare a costare quasi quanto uno stipendio mensile. E la prima sorpresa che emerge dallo studio condotto dal Codacons riguarda un cambio al vertice della classifica.

Marina di Pietrasanta scalza infatti quest’anno Venezia dal podio e si aggiudica il titolo di spiaggia più cara d’Italia. Merito del Twiga, esclusivo stabilimento balneare che ha introdotto i “Presidential Gazebo”, strutture dotate di televisione e musica, il cui costo di noleggio giornaliero ad agosto è pari a 1.000 euro.

Gli altri stabilimenti “esclusivi”

Al secondo posto si piazza l’Hotel Excelsior di Venezia, dove una capanna in zona centrale costa 410 euro al giorno. Al terzo posto c’è Porto Cervo: per l’affitto giornaliero di un ombrellone e due lettini ad agosto si spendono 400 euro. Più distaccati Lerici (300 euro), Forte dei Marmi (fino a 290 euro), e l’Argenatario (150 euro).

Nettamente distaccate rispetto ai vertici della classifica, troviamo l’Argentario (Tuscany Bay), dove una Tenda con 4 lettini costa 150 euro al giorno, e il Salento (Borgo Egnazia), dove una “cabana” costa 120 euro al giorno (ma vengono serviti in spiaggia acqua no-stop e frutta).



Classifica spiagge più care in Italia

Ecco dunque la classifica completa realizzata da Codacons nel mese di agosto 2017:

  1. Marina di Pietrasanta (Twiga): Presidential Gazebo: 2 letti marocchini, tavolo centrale, 4 lettini, possibilità di avere su richiesta televisione e musica: 1.000 euro al giorno; Arabian Gazebo: 2 lettoni marocchini con materasso, 2 lettini, 2 sdraio, 1 sedia da regista, 1 tavolo: 400 euro al giorno. Classic Gazebo: 2 lettini, 2 sdraio, 1 sedia da regista, 1 tavolo centrale: 300 euro al giorno.
  2. Venezia – Hotel Excelsior: 2 lettini, 2 sdraio, tavolino, 4 seggiole e 3 teli da mare: 410 euro al giorno in prima fila, zona centrale.
  3. Porto Cervo (Hotel Romazzino): 1 ombrellone e 2 lettini, uso piscine, doccia, spogliatoi e parcheggio: 400 euro al giorno.
  4. Lerici (Eco del Mare): Cabina privata deluxe: ombrellone + lettino o pomodone + 1 telo mare per lettino fino a un massimo di 4 persone: 300 euro al giorno.
  5. Forte dei Marmi (Augustus Hotel): Tenda con extension per 4 persone con cassaforte, tavolo con 4 sedie, cassapanca, 2 sdraio, 2 lettini e 4 teli da mare: 290 euro al giorno.
LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU