Quataru ti lu pescatore | (VIDEO) Ricetta della Quatàra, la tipica zuppa di Porto Cesareo

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Quataru ti lu pescatore

Scopriamo come preparare la ricetta de lu Quataru ti lu pescatore, tipico della tradizione popolare di Porto Cesareo. Un piatto che in passato era un piatto povero, nato come pietanza “da recupero”, diventato una eccellenza.

Un piatto conosciuto e rinomato

La Quatàra di Porto Cesareo (Lecce), rinomato e conosciuto, è una zuppa di pesce detta in dialetto “Quataru ti lu pescatore” o “Quatàra alla cisàrola“. Questo piatto della tradizione popolare ha ottenuto il prestigioso riconoscimento dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali di prodotto agroalimentare tradizionale (P.A.T). La zuppa deve il suo nome “quatàra” al paiolo di rame dove i pescatori cucinavano il pesce nell’antichità.

Le origini del piatto risalgono alle zuppe preparate con lo scarto del pescato a bordo dei pescherecci salentini impegnati al largo in battute di pesca lunghe diversi giorni.

Quataru ti lu pescatore: preparazione della tradizionale Quatàra

In una pentola (preferibilmente di rame) far riscaldare dell’olio di oliva (rigorosamente salentino!) con una grossa cipolla tritata. Appena si imbiondisce, versare una bottiglia di salsa di pomodoro, aggiungere acqua marina durante la cottura.

Aggiungere alla zuppa che già sobbolle i pesci (precedentemente puliti e preparati per la cottura):

  • le immancabili seppie;
  • i granchi e le cicale;
  • i pesci di vari tipi: tracine, pesci prete, pesci bianchi (orata,dentice e spigola), tranci di grongo e di murena, scorfani.

Dopo 10 minuti di cottura, la Quatàra potrà essere servita con fette di pane tostato aromatizzato all’aglio. Può essere accompagnata da un buon vino rosato salentino che esalterà tutti i profumi e i sapori di questa irresistibile e semplicissima zuppa.



VIDEO RICETTA

La video ricetta del piatto oggi apprezzato dai palati più esigenti e sofisticati.

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU