Come richiedere la Carta Rei | Reddito di Inclusione, modulistica e come richiederlo

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Come richiedere la Carta Rei

La domanda del reddito di inclusione è inviabile già da venerdì 1° dicembre 2017, ecco come richiedere la carta Rei tramite le quale avverrà l’erogazione da parte dell’Inps. La carta REI resterà certamente in vigore fino all’entrata in vigore del Reddito di cittadinanza istituito per il 2019. Tuttavia si attendono aggiornamenti in merito…

*** L’articolo contiene anche il modulo aggiornato ***

La “CARTA ACQUISTI”

Ribattezzata “Carta Rei”, è in sostanza una carta acquisti sulla quale verranno accreditati gli importi del reddito di inclusione. Cosa si potrà fare con la carta Rei:

  • prelievo del contante nella misura del 50%;
  • spesa presso i supermercati
  • pagamento delle utenze.
  • diritto a uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate.

Gli accrediti mensili

  • Famiglie con 1 componente: 187,50 € (2.250,00 € all’anno)
  • 2 componenti: 294,38 € (3.532,50 € all’anno)
  • 3 componenti: 382,50 € (4.590,00 € all’anno)
  • 4 componenti: 534,37 € (5.535,00 € all’anno)
  • 5 o più compontenti: 485,40 € (5.824,80 € all’anno);
  • 6 o più compontenti: 539,82 € (5.824,80 € all’anno).


Come richiedere la carta Rei

Basterà presentare la domanda per accesso al reddito di inclusione presso il punto per l’accesso al Rei, identificato dal comune di residenza, compilando l’apposito modello predisposto dall’Inps. L’ente comunale la invierà entro 10 giorni all’Inps che, entro i successivi 5 giorni successivi dalla ricezione della domanda, invierà la carta elettronica presso il domicilio del richiedente.

Requisiti e tutte le altre informazioni

Per conoscere nel dettaglio tutti i requisiti familiari ed economici e le altre informazioni, basta cliccare sui seguenti link:

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU