Djokovic vince il ricorso | Il tennista potrà giocare agli Australian Open

CONDIVIDI

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i

Articolo aggiornato lunedì, 10 Gennaio 2022 15:15

DJOKOVIC VINCE IL RICORSO

Il fiume di polemiche conseguenti alla notizia di Djokovic esentato dal vaccino non finisce, anzi è destinato a proseguire anche dopo l’ultimo aggiornamento: Djokovic vince il ricorso.

IL SERBO VINCE AL TIE-BREAK

Era attesa per oggi la decisione del giudice australiano in seguito al ricorso del tennista serbo che è bloccato da giorni in Australia dove si era recato per partecipare al torneo tra i più importanti del mondo. La decisione è arrivata: il giudice ha ordinato il rilascio di Djokovic, la restituzione di tutti i suoi effetti personali condannando il governo australiano al pagamento delle spese legali.

IL GIUDICE: “IRRAGIONEVOLEZZA NELLA CANCELLAZIONE DEL VISTO

Per il giudice del tribunale di Melbourne è irragionevole il modo in cui il responsabile alla frontiera ha preso la decisione di cancellare il visto del tennista. Ma il governo australiano non si arrende e fa sapere tramite uno dei suoi avvocati che l’Australia può ancora ordinare l’espulsione di Djokovic. Alex Hawke, ministro dell’Immigrazione, fa sapere che intende usare i suoi poteri cancellando comunque il permesso di entrare nel Paese del tennista.

DJOKOVIC: “HO AVUTO 2 VOLTE IL COVID

Il tennista, non vaccinato per scelta, al suo arrivo in Australia, aveva giustificato l’esenzione ottenuta dopo aver avuto il Covid due volte: giugno 2020 e 16 dicembre 2020, risultato poi negativo il 22 dicembre. Questi dettagli sono stati resi noti dal Guardian grazie ai documenti di prova portati nell’udienza di oggi in tribunale.

IL FRATELLO: “LA GIUSTIZIA ESISTE

Mio fratello è libero, è un uomo onesto ed eccezionale e sono molto felice che lo stato di giustizia esista e abbia prevalso. Pochi istanti fa si è allenato ed è venuto in Australia per giocare a tennis.” Lo ha detto il fratello del campione del tennis serbo, in conferenza stampa.

UNA VITTORIA ANCHE CONTRO GLI ODIATORI SERIALI PRO VAX

Le prove portate dal tennista hanno permesso, forse per il momento, a Djokovic di vincere questa battaglia anche contro gli odiatori seriali pro vax. Una vittoria che vede il tennista serbo diventare anche il simbolo per il rispetto delle altrui libertà che non danneggiano proprio nessuno.

Per il campione del tennis mondiale infatti questa rappresenta più che una semplice vittoria contro l’odio diffuso di chi si è vaccinato nei confronti di chi ha liberamente e legittimamente deciso di non vaccinarsi.

OFFERTE DEL GIORNO AMAZON

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*