Speranza per Natale senza restrizioni | “Non intendo toccare l’uso robusto del Green Pass ma valuteremo”

CONDIVIDI

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i

Articolo aggiornato domenica, 7 Novembre 2021 10:31

SPERANZA PER NATALE SENZA RESTRIZIONI

C’è (Roberto) Speranza per Natale senza restrizioni se le cose dovessero continuare ad andare per il verso giusto. Lo ha detto il Ministro della Salute al Corriere della Sera in una recente intervista.

SE INVECE I RICOVERI SALGONO..

I numeri sono dalla nostra parte, il modello adottato sta funzionando – ha detto il ministro che ha proseguito “Se invece i ricoveri salgono scatteranno le misure nei territori, in base al sistema dei colori” ha chiarito il ministro della Salute. “Non abbiamo mica sospeso la legge che prevede le fasce di rischio“.

UN NATALE COME GLI ALTRI (?)

Speranza ha parlato di un possibile Natale 2021 tranquillo qualora i reparti ospedalieri dovessero riuscire a tenere evitando di far scattare misure restrittive. In caso contrario invece saranno adottate le misure delle regioni a colori, già vissute dagli italiani fino alla scorsa primavera. Come ricorda il ministro infatti: “Con il giallo tornano le mascherine all’aperto e al ristorante c’è il limite di 4 a tavola”.

NON ABBIAMO PIANIFICATO ANCORA NULLA

Al momento non abbiamo pianificato nulla – precisa Speranza – non ci sono norme allo studio. L’inverno è la stagione più insidiosa perché si sta più al chiuso, quindi il mio invito è alla prudenza totale, a indossare le mascherine e rispettare il distanziamento“.

LA STRATEGIA CHE FUNZIONA PER SPERANZA

Con i vaccini reggeremo meglio la quarta ondata, la nostra strategia ha funzionato: vaccini, green pass e mascherine, che non abbiamo tolto mai, ci stanno mettendo in condizioni di reggere meglio la quarta ondata“.

Se l’Italia sta meglio rispetto a Germania, Francia, Gran Bretagna – ha proseguito Speranza – lo si deve al dato meraviglioso di 46 milioni e 716 mila italiani che hanno fatto almeno una dose, nonché alla scelta del governo di allentare molto gradualmente le restrizioni“.

CONTINUIAMO A RISPETTARE LE REGOLE

È importante continuare a rispettare le regole per resistere in questa fase di rialzo della pandemia” – ha detto il ministro della salute. “Non ho intenzione di toccare l’obbligo di mascherine al chiuso e nemmeno l’uso robusto del green pass, ma ovviamente valuteremo“.

I NUMERI AGGIORNATI DELLE VACCINAZIONI IN ITALIA

A DICEMBRE VIA ALLE VACCINAZIONI AI BAMBINI

Le priorità del Governo citate dal ministro: “Terza dose e avvio subito della vaccinazione dei bambini“. Il mio auspicio è che si parta a dicembre con i vaccini per i 5/12 anni, non appena l’Ema avrà approvato il vaccino e l’Aifa avrà dato il via libera per l’Italia. Gli scienziati stanno dicendo che la dose di un terzo di Pfizer è efficace e sicura. Lavoreremo con i pediatri per tranquillizzare le famiglie“.

L’obiettivo di Speranza: “Se tra i 12 e i 19 anni siamo arrivati al 70%, per i più piccoli dobbiamo arrivare almeno al 50%“.

LA TERZA DOSE

Sabato 6 novembre abbiamo superato i due milioni e 44 mila booster e segnato il record di 120 mila terze dosi in un giorno, non sono pochissime“. Poi il ministro aggiunge: “Questa settimana decideremo con gli scienziati di allargare a ulteriori fasce d’età. Penso che a sei mesi dalla seconda dose sia opportuno favorire la terza per la platea più larga possibile. Già somministrare la terza dose alla fascia tra 40 e 60 sarebbe un bel risultato. Ci atterremo al parere degli scienziati“.

OFFERTE DEL GIORNO AMAZON

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*