Cancellazione Green Pass dal 1 aprile | Fase positiva, c’è spiraglio

CONDIVIDI

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i

Articolo aggiornato martedì, 15 Febbraio 2022 16:14

CANCELLAZIONE GREEN PASS DAL 1 APRILE

Per il sottosegretario alla Salute Costa c’è ottimismo riguardo alla cancellazione Green Pass dal 1 aprile 2022. Questo grazie alla fase positiva dei contagi nonostante la non crescita delle vaccinazioni degli over 50.

15 FEBBRAIO: OBBLIGO DI VACCINO PER LAVORATORI OVER 50

Com’è ormai arcinoto, oggi è entrato in vigore l’obbligo di super Green Pass per i lavoratori over 50 dei settori pubblico e privato per accedere ai luoghi di lavoro. Dunque chi non è vaccinato non può andare a lavorare con conseguente sospensione dal lavoro, dello stipendio e di qualunque altro emolumento.

Una misura in controtendenza con quelli che sono i dati attuali che dimostrano una netta discesa dei contagi. Lo dimostra il fatto che sono state anche riaperte le discoteche (accessibili sempre dai soli vaccinati).

COSTA: “GREEN PASS? POTREBBE ESSERE CANCELLATO

Mentre il sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, Pierpaolo Sileri, continua a sostenere che l’eventualità della cancellazione della certificazione verde sia prematura, la pensa diversamente Andrea Costa. Il sottosegretario alla Salute, intervenuto a “Radio Anch’io” su Rai Radio 1, ha ipotizzato che dopo il 31 marzo 2022 il Green pass potrebbe essere eliminato.

LA FINE DELLO STATO DI EMERGENZA

Il punto cruciale è proprio la fine dello stato di emergenza in scadenza il 31 marzo 2022. Costa auspica e anticipa la riduzione delle restrizioni proprio dopo quella data.

Credo che sia uno scenario possibile, dobbiamo completate la somministrazione delle terze dosi ma con questo ritmo per marzo potremmo aver finito e così si potrà aprire uno scenario con meno misure restrittive” – sottolinea Costa.

500 MILA LAVORATORI ANCORA NON VACCINATI

Costa ha inoltre spiegato che “Sono circa 1,2 milioni gli over 50 non ancora vaccinati, di cui 500 mila lavoratori“. Il sottosegretario alla Salute ha sottolineato il trend attuale positivo:

Fortunatamente i dati della pandemia ci dicono che siamo in una fase positiva, ma il virus c’è ancora e dobbiamo fare un ultimo sforzo per portare il Paese fuori da questa situazione e l’introduzione dell’obbligo vaccinale per gli over 50 va in questa direzione“.

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*