Efficacia protezione del vaccino Janssen | La scoperta “Protezione alta solo dopo una 2a dose somministrata dopo 2 mesi”

CONDIVIDI

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Articolo aggiornato mercoledì, 22 Settembre 2021 15:50

EFFICACIA PROTEZIONE DEL VACCINO JANSSEN

Janssen Pharmaceutical Companies, gruppo farmaceutico produttore del vaccino Johnson & Johnson, ha annunciato ieri i nuovi dati sull’efficacia protezione del vaccino Janssen.

LA SECONDA DOSE

I dati dei nuovi studi hanno dimostrato che la protezione contro il COVID-19 aumenta dopo la somministrazione di una dose di richiamo. Cosa significa in altre parole? Vuol dire che i soggetti ai quali è stata somministrata la dose (unica), per garantirsi una protezione alta, avrebbe dovuto fare una 2a dose, ma DOPO 2 MESI dalla prima.

Per molte di queste persone il tempo è stato abbondantemente superato, avendo fatto questo vaccino molto tempo fa. Per loro, infatti, la certezza di avere una protezione adeguatamente alta si è persa fin dai 2 mesi successivi all’unica dose ricevuta.

Vuoi sapere quanti sono gli italiani vaccinati con Johnson & Johnson? Leggi questo articolo costantemente aggiornato: PERCENTUALE DI ITALIANI VACCINATI

LO STUDIO “ENSEMBLE 2”

Janssen sottolinea che “Lo studio è stato progettato per valutare l’efficacia del vaccino sperimentale dopo la prima e la seconda dose per valutare la protezione contro il virus e i potenziali benefici incrementali per la durata della protezione con una seconda dose”.

Il gruppo farmaceutico ha già provveduto a sottoporre i nuovi all’agenzia americana del farmaco Fda. Farà la stessa cosa con gli altri entri regolatori, con l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e con i gruppi consultivi tecnici nazionali sull’immunizzazione (Nitag) in tutto il mondo.



PROTEZIONE DEL 94%

I nuovi dati confermano che si raggiunge una protezione alta e duratura che aumenta quando viene fatto un richiamo di Johnson & Johnson” – ha sottolineato un membro di Janssen.

L’efficacia del vaccino anti-Covid monodose raggiunge il 94% di protezione da un’infezione sintomatica con malattia da moderata a grave, somministrando una dose booster del prodotto dopo 2 mesi dalla prima“.

“SECONDA DOSE BEN TOLLERATA”

‎Dai risultati dello studio è emerso anche che il vaccino, quando somministrato come seconda dose o richiamo, è rimasto generalmente ben tollerato. ‎I dati completi saranno presentati per la pubblicazione nei prossimi mesi dall’azienda farmaceutica.‎

Nello studio di fase 3 “ENSEMBLE 2” gli eventi avversi sollecitati e non richiesti dopo questa seconda dose sono simili a quelli osservati negli studi monodose.‎

FONTE DELLE INFORMAZIONI: SITO UFFICIALE JANSSEN

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 58
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*