Green pass illimitato | Per i vaccinati booster sarà senza scadenza

CONDIVIDI

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i

Articolo aggiornato lunedì, 24 Gennaio 2022 12:15

GREEN PASS ILLIMITATO

In arrivo l’ultima trovata del Governo con l’obiettivo ufficiale di aiutare il turismo e limitare la corsa ai tamponi. Un Green Pass illimitato che ha invece il reale obiettivo di “convincere” altri a vaccinarsi e/o a completare il ciclo vaccinale lasciato interrotto.

A PENSAR MALE SI FA PECCATO MA SPESSO…”

A citare sovente questa frase era una delle figure politiche più importanti della storia politica italiana ai quali molti politici di oggi lustrerebbero le scarpe: Giulio Andreotti. Una frase ispirata probabilmente da qualcuno che era arrivato molto prima di lui: Papa Pio XI (il 259º vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica dal 1922 alla sua morte). Papa Pio XI diceva: “A pensar male del prossimo si fa peccato ma si indovina“.

Perché abbiamo citato Andreotti e Papa Pio XI? Quante volte abbiamo definito “complottista” chi ha pensato fin dall’inizio che il Green Pass fosse solo un PASS progressivamente sempre meno sanitario da dare agli italiani per poter vivere? Lo stesso per chi ha parlato di “dittatura sanitaria“. Ed ecco che la frase che abbiamo citato trova la sua applicazione “A pensar male si fa peccato ma spesso… CI SI AZZECCA!“.

UN PASS… PER TORNARE ALLA “VITA NORMALE”

Se le “voci di corridoio” dovessero trovare riscontri attendibili, tra pochissimo tempo (primavera, se non prima) chi ha fatto il booster potrebbe tornare a quella che molti oggi definiscono “vita normale”. In pratica il Super Green Pass di chi ha fatto la terza dose booster non avrebbe più le scadenze attuali (6 mesi) ma diventerebbe illimitato.

In parole povere si sta dicendo che per andare al bar, in pizzeria, in banca ecc.. sarà necessario per sempre avere UN PASS. Tutto questo in controtendenza con i dati sanitari e con ciò che dicono i virologi secondo i quali invece la pandemia starebbe per concludersi.

LA RACCOMANDAZIONE DELL’UE

Domani, 25 gennaio, dovrebbe arrivare al Consiglio affari regionali dell’Ue una raccomandazione inserita nella bozza. Nel documento si legge: “Alle persone con vaccinazione completa, guarite dalla malattia o con un test negativo, non potranno essere imposti nuovi tamponi o quarantene, indipendentemente dalla situazione epidemiologica del loro Paese di origine“. Viene anche raccomandato di lasciare la validità del Green pass a 9 mesi.

I TIMORI PER IL TURISMO

Eh già perché il “Governo Draghi”, dopo i disastri provocati all’economia di tutto il Paese, adesso finge di preoccuparsi del turismo. Altro settore abbattuto da chiusure e “non chiusure” che di fatto hanno fatto più disastri del “Governo Conte”.

La presunta preoccupazione per il turismo deriva dal fatto che da metà marzo, quindi quasi alla fine dell’inverno, scadrà progressivamente il pass di molti italiani “boosterizzati”. Tutto questo salvo eventuale “quarta dose” non proprio sponsorizzata dall’Ema che recentemente si è detta non favorevole alla somministrazione di troppe dosi peraltro in poco tempo.

IL DESTINO DI 30 MILIONI DI VACCINATI TERZA DOSE BOOSTER

Quindi come faranno via via 30 milioni di vaccinati terza dose se il loro pass dovesse scadere? Di conseguenza chi potrà andare dalla primavera a tutta l’estate in locali, hotel, b&b eccetera eccetera?

Ed ecco la nuova genialata del nostro “Governo dei migliori” (così da molti definito): eliminare la scadenza del Super Green Pass così chi ha fatto il booster starà tranquillo, e chi si è fermato con il ciclo vaccinale avrà tutto l’interesse (secondo il Governo) di completare il ciclo e avere finalmente il tanto agognato e presunto “ritorno alla vita normale” grazie al Green Pass senza scadenza.

OFFERTE DEL GIORNO AMAZON

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*