Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta | Pioggia di ordinanze regionali, quasi tutto chiuso

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Articolo aggiornato giovedì, 9 Aprile 2020 20:51

Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta

Mentre il bollettino del 9 aprile parla di altri 610 morti in Italia, arrivano le prime ordinanze regionali: negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta. Anche se già vari comuni d’Italia hanno già emanato le proprie ordinanze.

L’ORDINANZA DELLA REGIONE PUGLIA

Il presidente della Regione Puglia ha emanato un’ordinanza che dispone la chiusura al pubblico delle attività commerciali al dettaglio di vendita di generi alimentari e di prima necessità sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, nei giorni 12 aprile (Santa Pasqua) e 13 aprile (Lunedì dell’Angelo) 2020.

SONO CONSENTITE

  • Le vendite a mezzo ordinazione con strumenti digitali o telefonici, con consegna al domicilio del cliente nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per il confezionamento che per la consegna, fermi restando gli effetti di eventuali provvedimenti sindacali più restrittivi che vietano anche la vendita a domicilio, emanati nell’esercizio dei poteri di cui al TUEL, limitatamente all’ambito territoriale comunale di riferimento;
  • l’esercizio delle edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie.

SCARICA L’ORDINANZA IN PDF



LE ALTRE REGIONI

Anche altre regioni si stanno muovendo nella stessa direzione della Puglia. Al momento, le regioni Lazio, Veneto, Campania, Piemonte, Umbria, Abruzzo ed Emilia Romagna hanno fatto lo stesso.

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul sociale, fisco, lavoro e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU