Bozza nuovo decreto febbraio 2022 | “Green pass, pronti a riaprire”

CONDIVIDI

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i

Articolo aggiornato lunedì, 7 Febbraio 2022 10:05

Nel Consiglio dei ministri n° 59 tenutosi nella giornata di oggi il Governo ha approvato la bozza nuovo decreto febbraio 2022 sul Green Pass e la quarantena.

SCARICA IL DECRETO PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL 4 FEBBRAIO 2022

SEI GLI ARTICOLI

Le norme che dovrebbero essere attuate da lunedì 7 febbraio 2022, riguardano la scuola ma anche lo stop alle restrizioni per i vaccinati in zona rossa, oltre alla durata del Green pass. Sei gli articoli della bozza del decreto nel quale si legge quanto segue.

CAPITOLO SCUOLA

Nelle scuole secondarie di primo grado (scuole medie), nelle scuole secondarie di secondo grado (scuole superiori) e nel sistema di istruzione e formazione professionale:

  • con un caso di positività accertato tra gli alunni presenti in classe, l’attività didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte degli alunni e dei docenti;
  • con due o più casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, per coloro che diano dimostrazione di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di 120 giorni o dopo aver completato il ciclo vaccinale primario, oppure di avere effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2“.
ESENZIONE DALLA VACCINAZIONE

Sempre riguardo all’istruzione si legge nella bozza: “Per coloro che posseggano un’idonea certificazione di esenzione dalla vaccinazione, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, su richiesta di coloro che esercitano la responsabilità genitoriale per i minori e degli alunni direttamente interessati se maggiorenni“.

Per gli altri alunni – prosegue la bozza – si applica la didattica digitale integrata per la durata di 5 giorni“.

IL GREEN PASS

Si legge nella bozza: “La certificazione verde Covid-19 ha validità a far data dalla medesima somministrazione senza necessità di ulteriori dosi di richiamo“.

LA LEGA: “NORME CHE DISCRIMINANO I BAMBINI NON VACCINATI

I ministri della Lega non hanno partecipato al voto delle nuove norme su Dad e quarantene a scuola. Ritengono siano norme discriminanti nei confronti dei bambini non vaccinati. Per Draghi invece si tratta di una ulteriore (presunta, ndr) apertura del Paese e di un aiuto alle famiglie.

Nelle prossime settimane andremo avanti su questo percorso di riapertura. Sulla base dell’evidenza scientifica, e continuando a seguire l’andamento della curva epidemiologica, annunceremo un calendario di superamento delle restrizioni vigenti” – ha sottolineato il premier Draghi.

CABINA DI REGIA AL LAVORO

Il Green pass, dopo la terza dose, dovrebbe avere durata illimitata, mentre i contagiati dopo la seconda dose saranno equiparati a coloro che hanno fatto la dose booster.

I bambini da 0 a sei anni andranno tutti in Dad per 5 giorni in caso di più di 5 casi positivi al Covid in classe.

ZONA ROSSA SOLO PER NON VACCINATI

Prosegue quella che di fatto si concretizza come una persecuzione nei confronti degli italiani non vaccinati. Dovrebbe infatti essere inserita una norma che, anche in zona rossa, permetterà solo a chi ha completato il ciclo di vaccinazione di poter circolare senza restrizioni, al contrario dei non vaccinati.

LA CONFERENZA STAMPA

I Ministri dell’Istruzione Bianchi e della Salute Speranza sui provvedimenti per la frequenza scolastica e il green pass.

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*